Comune di Minori

Imposta di soggiorno

Imposta di soggiorno

Istituita con Regolamento Comunale approvato in data 31.03.2014 con deliberazione Consiliare n. 6.
Applicazione: dal 1 ottobre 2014.
 
IN EVIDENZA: 
Il gestore della struttura avrà l’obbligo di comunicare mensilmente all’Ufficio comunale preposto il numero di coloro che hanno pernottato e di riversare al Comune trimestralmente il tributo riscosso. Tutto ciò avrà luogo con l’ausilio di una piattaforma telematica disponibile sul sito istituzionale dell’Ente www.comune.minori.sa.it.
Per il collegamento alla piattaforma telematica clicca qui
 
Che cos'è l'Imposta di Soggiorno
Presupposto per l’applicazione dell’imposta è il pernottamento presso strutture ricettive di qualsiasi ordine e grado ubicate nel territorio del Comune di Minori.
 
Chi paga
Soggetto passivo dell’imposta è chi pernotta nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere situate nel territorio del Comune di Minori e non risulta iscritto nell'anagrafe di questo Comune.
  
Le tariffe
L’imposta di soggiorno è determinata per persona e per pernottamento ed è graduata e commisurata con riferimento alla tipologia di tutte le strutture ricettive. Per tali strutture la misura è definita in rapporto alla loro classificazione, così come disposta dalla normativa regionale in materia di turismo e di attività agrituristica, che tiene conto delle caratteristiche e dei servizi offerti dalle medesime, nonché del conseguente valore economico/prezzo del soggiorno.
 
Quanto si paga
  • L’imposta giornaliera è applicata per i primi 5 giorni consecutivi di pernottamento, anche se effettuato presso strutture ricettive differenti.
  • L’imposta si applica nei seguenti periodi:
    dal 01/01 al 09/01
    dal 01/04 al 05/11
    dal 22/12 al 31/12
  • Le misure dell’imposta sono le seguenti:
- Imposta pari a € 1,50:
Alberghi 4 e 5 stelle
Alberghi diffusi 4 e 5 stelle
Pensioni a 5 stelle
 
- Imposta pari a € 1,00:
Alberghi 3, 2 e 1 stella 
Alberghi diffusi 3, 2 e 1 stella
Pensioni a 3, 2 e 1 stella
 
- Imposta pari a € 0,50
Bed & Breakfast
Agriturismi
Case ed appartamenti per vacanze
Residenze turistiche e strutture ricettive - residence
Case per ferie
Esercizi di affittacamere
Unità abitative ammobiliate ad uso turistico
Ogni altro alloggio extralberghiero gestito da agenzie di intermediazione immobiliare e simili nonché ogni tipologia di struttura assimilabile alle precedenti.
 
Quando si paga
I soggetti che pernottano nelle strutture ricettive del Comune di Minori (soggetti passivi) al termine di ciascun soggiorno, corrispondono l’imposta al gestore della struttura che li ha ospitati. Quest’ultimo provvede alla riscossione dell’imposta (rilasciandone quietanza ai clienti) ed al successivo versamento al Comune. 
 
Esenzioni 
Sono esenti dal pagamento dell’imposta i soggetti che alla data di inizio del pernottamento non abbiano compiuto  dieci anni.
Sono altresì esenti:
a) i soggetti diversamente abili;
b) i volontari che prestano il proprio servizio in occasione di eventi e manifestazioni organizzate dall’Amministrazione comunale, ovvero in occasione di emergenze ambientali;
c) gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano assistenza a gruppi organizzati, nella misura di un autista o accompagnatore ogni 25 soggiornanti.
L'imposta non si applica  nei seguenti periodi: 
- dal 10/01 al 31/03
- dal 06/11 al 21/12;
Il riconoscimento delle esenzioni di cui ai commi precedenti è subordinato alla presentazione di idonea certificazione ovvero di apposite dichiarazioni, rese ai sensi degli art. 46 e seguenti del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni.
 
Sanzioni per chi non paga l'imposta
Per l’omesso, ritardato o parziale versamento dell’imposta, si irroga la sanzione amministrativa pari al 30 per cento dell’importo non versato, ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs n. 471 del 1997. A tale procedimento, si applicano altresì le disposizioni di cui agli art. 9 e 17 del D Lgs. n. 472 del 1997.
Il rifiuto da parte del soggetto passivo alla compilazione del modulo di cui all’art. 6, comma 4, è punito con la sanzione amministrativa da euro 25 a 500 prevista per la violazione di norme regolamentari, con l’osservanza delle norme di cui al capo I, sez. I e II della Legge n. 689 del 1981.
Per ciascun inadempimento, alle prescritte scadenze, da parte del gestore della struttura ricettiva, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 25 a 500, per violazione degli obblighi discendenti dalle disposizioni contenute nel presente regolamento, ai sensi dell’art. 7-bis del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267. Al procedimento di irrogazione della sanzione di cui al presente comma si applicano le disposizioni della L. 24 novembre 1981, n. 689.

Obblighi del gestore
Il gestore della struttura ricettiva riversa trimestralmente al Comune di Minori gli importi riscossi in una delle seguenti modalità:

  • bollettino postale o bonifico bancario
  • pagamento diretto presso Tesoreria Comunale
  • altre forme di pagamento attivate dall'Amministrazione Comunale.
Il gestore della struttura ricettiva deve comunicare all’Ufficio preposto il numero di coloro che hanno pernottato nel corso del mese precedente nonché il relativo periodo di permanenza, entro la fine del mese successivo al periodo di riferimento, con distinta indicazione di quello degli aventi diritto alle esenzioni previste dall’art. 4 del presente regolamento.
Per la suddetta  comunicazione va utilizzata la modulistica disponibile sulla piattaforma telematica dedicata. 
 
Il gestore della struttura ricettiva provvede a richiedere ai soggetti di cui all’art. 3 del presente regolamento il pagamento dell’imposta nella misura dovuta, dietro rilascio di apposita quietanza ovvero attraverso annotazione sulla fattura o ricevuta fiscale. Si intende regolarmente eseguito il versamento effettuato, nel caso di nucleo familiare, da un componente dello stesso oppure, nel caso di gruppi di due o più persone, quello eseguito dal capogruppo per conto degli altri.
Copia della distinta di versamento viene allegata alla comunicazione di cui al comma 1.
 
I gestori delle strutture ricettive sono qualificabili come agenti contabili. L’agente contabile è sottoposto al controllo giurisdizionale della Corte dei Conti ed è tenuto a rendere annualmente la resa del conto della propria gestione. A tal fine il gestore della struttura ricettiva dovrà trasmettere al Comune, entro il 30 gennaio di ogni anno, il conto di gestione relativo all’anno precedente, redatto su modello approvato con D.P.R. 194/1996 Modello 21.
 
I gestori delle strutture ricettive ubicate nel Comune di Minori sono tenuti ad informare i propri ospiti, in appositi spazi, dell’applicazione, dell’entità e delle esenzioni dell’imposta di soggiorno
 
                    
INFORMAZIONI UTILI E REGOLAMENTO
Per ogni altra informazione utile si rimanda a:
- Regolamento dell’Imposta di Soggiorno 
- Domande e risposte - FAQ (Frequent Answers and Questions)
 
MODULISTICA
- Fac-simile ricevuta imposta di soggiorno
- Modello dichiarazione omesso versamento cliente
- Modello dichiarazione omesso versamento gestore
- Modello esenzione autisti/accompagnatori
- Modello esenzione disabili
- Modello esenzione volontari
 - Modello 21/2016 - anno 2015

Informazioni e contatti:
Ufficio Tributi - Ufficio Commercio
Piazza Cantilena snc -  84010 Minori
tel. 089 8542401 - fax 089 852875
 
A chi interessa:
Interessa tutti gli ospiti che pernottano a Minori in strutture ricettive.
Interessa anche i gestori delle strutture stesse.